Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata

Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata - Felice Tiragallo | Rochesterscifianimecon.com

... nel 1962 Venerdì 25 maggio, alle ore 18 ... Libri Ilisso: catalogo Libri Ilisso | Unilibro | 5 ... .00 al Museo del Costume di Nuoro, si terrà l'inaugurazione della mostra "MAX LEOPOLD WAGNER Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo", un omaggio all'incommensurabile impegno di Max Leopold Wagner verso la Sardegna.. L'esposizione individua quattro temi narrativi all'interno di un più vasto corpus documentale: Max Leopold Wagner Fotografie Della Sardegna Di Un Linguista Antropologo Venerdì 25 Maggio 2018 - dalle ore 18:00 Museo Del Costume - Via A. Mereu, 56 - Nuoro (NU) Noté /5: Achete ... Max Leopold Wagner - Fotografie della Sardegna di un ... ... . Mereu, 56 - Nuoro (NU) Noté /5: Achetez Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata de Tiragallo, Felice, Novellu, Salvatore: ISBN: 9788862023634 sur amazon.fr, des millions de livres livrés chez vous en 1 jour Max Leopold Wagner, foto di Sardegna di Eliana Catte Mercoledì 19 settembre, dalle ore 18.00 alle ore 21.00 presso l'Auditorium Giovanni Lilliu del Museo del Costume, sito in via Mereu 56 a Nuoro, si terrà la presentazione del volume "Max Leopold Wagner, Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo". La Sardegna in ottanta scatti. La mostra, inaugurata giovedì 4 luglio, sarà visitabile sino al 29 settembre 2019 di Antonio Tore Allo Spazio SEARCH di Cagliari è aperta la mostra Max Leopold Wagner - Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo, curata e prodotta da Ilisso Edizioni e ISRE Istituto superiore regionale Etnografico. La Nuova Sardegna 15 settembre 2018 La Sardegna nelle foto di Max Leopold Wagner article Mercoledì 19 settembre, alle 18 al Museo del Costume di Nuoro, l'Isre e la casa editrice Ilisso presentano il volume "Max Leopold Wagner, Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo".Dopo i... CAGLIARI. Ritorna in Sardegna la bella mostra di fotografie di Max Leopold Wagner. Un anno fa, l'ultima volta che gli 80 scatti del linguista e antropologo tedesco erano arrivati nell'isola ... Mercoledì 19 settembre, nell'auditorium del Museo del Costume, l'Isre e la casa editrice Ilisso presentano il volume "Max Leopold Wagner, Fotografie della Sardegna di un linguista ... Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata A Cagliari una giornata di studi su Max Leopold Wagner. Di Redazione Cagliari Online 9 Ottobre 2019; eventi L'iniziativa intende approfondire la figura dello studioso tedesco, considerato "il ... Libri di salvatore-novellu: tutti i titoli e le novità in vendita online a prezzi scontati su IBS. Scopri La fotografia in Sardegna. Lo sguardo esterno 1854-1939. Ediz. illustrata di Marina Miraglia, Francesco Faeta, M. Luisa Di Felice: spedizione gratuita per i clienti Prime e per ordini a partire da 29€ spediti da Amazon. Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata Felice Tiragallo, Salvatore Novellu. Ilisso 2018. Libri; Società, politica e comunicazione; Formato Rilegato; Max Leopold Wagner e la Sardegna "autentica" 253 A buona ragione, pertanto, lo studioso tedesco è spesso ricordato come il padre nobile della linguistica sarda. Per entrare, però, nel cuore del tema che intendiamo affrontare, possiamo prender le mosse da una notazione, famosa, contenuta in un Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata. Autori Felice Tiragallo, Salvatore Novellu, Anno 2018, Editore Ilisso. € 49,00. 24h Compra nuovo. Il più grosso rischio, cui va incontro lo specialista d'una certa scienza, è rappresentato dal prendere a piene mani, quanto viene dato per certo in altra disciplina. Lo studio, che ha condotto altri a produrre quei dati, egli non conosce; pertanto gli è ignoto se sia definibile onesto e circostanziato, il percorso per addivenire a quei risultati. Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata Felice Tiragallo. 3,5 su 5 stelle 3. Copertina rigida. Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata.pdf. Caratteri, testo, gabb...

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Felice Tiragallo
DIMENSIONE
12,58 MB
NOME DEL FILE
Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata.pdf

DESCRIZIONE

Questa esposizione - che più in generale vuole essere un omaggio all'incommensurabile impegno di Max Leopold Wagner verso la Sardegna - individua quattro temi narrativi all'interno di un più vasto corpus documentale: "La donna sarda" e il lavoro "L'uomo sardo e il lavoro. Vita quotidiana in Sardegna", "Villaggi e città della Sardegna". Vi sono presentate oltre 80 fotografie raffiguranti la vita in alcune località nelle quali il linguista antropologo si è maggiormente soffermato; da lui definite come "punti", le più emblematiche e rappresentative del mondo agro-pastorale sardo. Le immagini sottolineano il suo modo totale di accostarsi alle comunità, compiutosi assecondando dapprima istintivamente una personale inclinazione poi diventata metodo scientifico («un occhio ai libri, due alla vita», J.W. Goethe): immergersi il più a lungo possibile nel sociale più primitivo, fra la gente che non avesse «un certo grado d'istruzione», intercettando nel linguaggio la «struttura sintattica della frase», sentendo con essa il pensiero, arrivando quindi in profondità ai caratteri coi quali entrava in contatto. Dunque non volle essere mero compilatore di «una lista di parole» ma conoscitore dall'interno della cultura che andava esaminando. Spostandosi a cavallo o in bicicletta - soggiornò praticamente sull'intero territorio regionale in ripetuti viaggi dal 1905 al 1927 -, Wagner ebbe a ribaltare tanti luoghi comuni intorno ai sardi, comprendendo e descrivendo gli isolani con tale acutezza (padroneggiava il dialetto cagliaritano ma anche gli altri, e si rivolgeva alle persone nel loro stesso linguaggio) da sentirsene parte. Usò una camera 9 x 12 ma, quantunque si sia avvalso del cavalletto, le sue fotografie sono spesso sfocate e appaiono difformi per qualità se guardate nell'intero corpus. La connotazione tecnico formale in Wagner non è scevra da una certa trascuratezza o imperizia tecnica, cui sono da imputare i numerosi difetti delle immagini, ossia sfocatura, sovra e sottoesposizioni, mossi, impronte digitali sulle emulsioni, graffi e abrasioni dei negativi, non sempre dovuti a una scorretta conservazione. Sembrerebbe quasi che lo studioso, nell'indiscutibile serietà del suo impegno scientifico, dichiari uno scarso interesse per la parte tecnica dell'operazione fotografica. Max Leopold Wagner visiterà e studierà numerose località della Sardegna, per molte delle quali non ci sono rimaste documentazioni fotografiche. Questa mostra, anche rispetto al catalogo, riporta una selezione delle immagini che Wagner dedicò anche ai centri urbani, posto che si evince sia dagli scritti, sia dalla casistica degli scatti, come l'autore avesse una primaria predilezione per i villaggi rurali piuttosto che per le città quali Sassari e Cagliari, le cui dinamiche, condizionate da sempre dalla maggiore frequenza degli scambi con l'esterno, sono stati di minore interesse per il glottologo antropologo. Esisteva probabilmente una tipologia di approccio fotografico documentale da parte del tedesco, arrivata a noi frammentata e con vistosi ammanchi, prassi per di più non dichiarata ma solo intuibile. Il primo livello era quello più ampio possibile: il villaggio veniva fotografato da lontano nel suo insieme, immerso nel paesaggio; successivamente l'immagine si ravvicinava sempre più e, laddove possibile, entrava nelle strade e cercava, passo più difficile, di varcare la soglia delle abitazioni, posandosi infine sugli abitanti e le loro svariate strumentazioni.

Ti piacerebbe leggere il libro?Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Felice Tiragallo. Leggere Max Leopold Wagner. Fotografie della Sardegna di un linguista antropologo. Catalogo della mostra (Nuoro, 25 maggio-30 settembre 2018). Ediz. illustrata Online è così facile ora!

LIBRI CORRELATI