1268. La battaglia di Tagliacozzo

1268. La battaglia di Tagliacozzo - Federico Canaccini | Rochesterscifianimecon.com

...sperduta località della Marsica, Tagliacozzo, i cavalieri si preparano alla battaglia ... Tagliacozzo, Battaglia di in "Enciclopedia Dantesca" ... . Da un lato troviamo schierati i soldati tedeschi e i ghibellini italiani, raccolti attorno al duca di Svevia, legittimo pretendente del Regno di Sicilia, il giovanissimo Corradino. La battaglia. La battaglia dei Piani Palentini detta anche di Tagliacozzo (23 agosto 1268) fu una delle battaglie che più influì sul corso della storia d'Italia. Segnò la fine del potere degli Hoenstaufen nella penisola, inflisse un pesante colp ... Federico Canaccini - 1268. La battaglia di Tagliacozzo ... ... . Segnò la fine del potere degli Hoenstaufen nella penisola, inflisse un pesante colpo alle speranze dei partigiani imperiali, diede inizio al dominio angioino nel Mezzogiorno. Giornata fatale. 23 agosto 1268: la battaglia di Tagliacozzo è un libro scritto da Domenico Colasante pubblicato da Ginevra Bentivoglio EditoriA TAGLIACOZZO. Il 23 agosto 1268 Corradino di Svevia, ultimo rampollo legittimo della famiglia degli Hohenstaufen, viene sconfitto nella battaglia di Tagliacozzo da Carlo d'Angiò, fratello del re di Francia, Luigi IX. E' la fine della dinastia sveva in Italia....

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Federico Canaccini
DIMENSIONE
3,75 MB
NOME DEL FILE
1268. La battaglia di Tagliacozzo.pdf

DESCRIZIONE

23 agosto 1268. In una sperduta località della Marsica, Tagliacozzo, i cavalieri si preparano alla battaglia. Da un lato troviamo schierati i soldati tedeschi e i ghibellini italiani, raccolti attorno al duca di Svevia, legittimo pretendente del Regno di Sicilia, il giovanissimo Corradino. Dall'altro le truppe francesi e i guelfi della Penisola sotto le insegne del sedicente sovrano del Mezzogiorno, lo spregiudicato e ambizioso Carlo d'Angiò. Lo scontro che ne segue è destinato a segnare il futuro dell'Italia: di fatto da questo momento il Sacro Romano Impero perderà ogni ruolo nel nostro paese e per lunghi secoli il Papato si troverà a svolgere un ruolo egemonico. Non solo, da ora il Mezzogiorno si troverà ad avere nuovi sovrani stranieri, francesi o spagnoli, che ne separeranno interessi e destini dal resto della Penisola. L'introduzione, per la prima volta in Europa, delle tattiche apprese dai saraceni nel corso delle crociate, contribuisce a rendere unica questa battaglia anche da un punto di vista militare. Il mondo cavalleresco, con i suoi riti e i suoi vincoli, viene cancellato e sostituito da forme di guerra brutali e prive di remore.

Ti piacerebbe leggere il libro?1268. La battaglia di Tagliacozzo in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Federico Canaccini. Leggere 1268. La battaglia di Tagliacozzo Online è così facile ora!

LIBRI CORRELATI