I linfomi non-Hodgkin

I linfomi non-Hodgkin - Mario V. Fiorentino | Rochesterscifianimecon.com

... sono i linfomi non Hodgkin B aggressivi? L'elenco è molto lungo, esiste un apposito gruppo di medici che redige una vera e propria classificazione mondiale dei linfomi, che comprende oltre 50 tipi di linfomi non Hodgkin, di cui circa la metà hanno un andamento aggressivo ... Linfomi - Istituto Oncologico Veneto ... . Il linfoma di Hodgkin è un tumore del sistema linfatico, origina cioè dai linfociti B (un tipo di globuli bianchi) presenti in linfonodi, milza, midollo osseo, sangue e numerosi altri organi.Questo sistema ha il compito di difendere l'organismo dagli agenti esterni e dalle malattie. I linfomi si suddividono in due grandi categorie: il linfoma di Hodgkin e i linfomi non-Hodgkin. Il primo, definito cosi dal nome del medico che per primo lo ha descritto (Thomas H ... Linfoma non Hodgkin - AIL ... .Questo sistema ha il compito di difendere l'organismo dagli agenti esterni e dalle malattie. I linfomi si suddividono in due grandi categorie: il linfoma di Hodgkin e i linfomi non-Hodgkin. Il primo, definito cosi dal nome del medico che per primo lo ha descritto (Thomas Hodgkin), colpisce soprattutto in due fasce d'età: tra i venti e i trent'anni (frequente nelle giovani donne) e oltre la settima decade di vita. Linfomi non Hodgkin sono un gruppo eterogeneo di malattie caratterizzate da proliferazione maligna monoclonale di cellule linfoidi nelle zone linforeticolari, compresi i linfonodi, midollo osseo, milza, fegato e tratto gastrointestinale. La malattia si manifesta solitamente con linfoadenopatia periferica. Linfomi non Hodgkin indolenti. In tali casi, (vedi La classificazione dei linfomi non Hodgkin) se non sono presenti sintomi, non è richiesto un trattamento, ed è sufficiente sottoporsi a controlli periodici; in caso contrario, il trattamento più indicato è la chemioterapia.La somministrazione è generalmente per endovena, ma soprattutto nei pazienti anziani è possibile utilizzare ... I linfomi non-Hodgkin possono ripresentarsi in altre sedi fino a 10 anni dopo il trattamento, richiedendo un monitoraggio continuo a lungo termine del soggetto. I soggetti affetti da linfomi aggressivi al primissimo stadio devono essere trattati con chemioterapia combinata e, ... I Linfomi non Hodgkin hanno invece un'incidenza di circa 15 casi ogni 100 mila persone. Sono distinti in numerosi sottotipi che si differenziano per la cellula di origine (linfocita "B" o "T"), per il grado di aggressività e per le caratteristiche biologiche. I linfomi si distinguno in due macrocategorie:il linfoma di Hodgkini linfomi non Hodgkin.Il linfoma di HodgkinQuesta tipologia di linfoma è frequente soprattutto nei pazienti di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Per la terapia è fondamentale una diagnosi sicura, basata sull'esame istologico di una ghiandola linfatica asportata chirurgicamente.La malattia può comportare la presenza o ... Linfoma non Hodgkin T. Un gruppo di linfomi rari ed eterogenei sono rappresentati dai linfomi T, che comprendono i linfomi T maturi ed i natural-killer. La frequenza di tali linfomi varia in base alla localizzazione geografica e all'origine etnica. Linfomi non-Hodgkin. I linfomi non Hodgkin (LNH) sono convenzionalmente raggruppati in due gruppi principali sulla base del tipo cellulare da cui originano le cellule tumorali, per cui si distinguono in linfomi non Hodgkin a cellule B e in linfomi a cellule T. Mentre i primi rappresentano la forma più comune, i linfomi a cellule T sono più rari. Il linfoma non Hodgkin è un tumore del sistema linfatico che si presenta con sintomi come gonfiore dei linfonodi, perdita di peso, febbre e sudorazioni notturne. I medici riconoscono il linfoma ... Linfomi non-Hodgkin - Informazioni su cause, sintomi, diagnosi e trattamento disponibili su Manuali MSD, versione per i pazienti. I linfomi si suddividono in due grandi categorie: i linfomi di Hodgkin e i linfomi non Hodgkin. Questi ultimi colpiscono in genere la popolazione adulta e anziana. A differenziarli dai linfomi di Hodgkin è l'assenza della cellula di Reed-Sternberg , un tipo di linfocita B caratterizzato da due nuclei che permette di differenziare una cellula sana da una malata. Dal punto di vista istopatologico, il linfoma non Hodgkin si differenzia dal linfoma di Hodgkin anche perché è privo della cellula di Reed-Sternberg, una cellula gigante caratterizzata da due nuclei distinti, che è l'elemento distintivo dei linfomi del secondo tipo. Prognosi La prognosi è diversa, migliore per i linfomi di Hodgkin. Linfomi Non Hodgkin aggressivi, strategie di salvataggio - Duration: 6:35. PharmaStarTV 9,213 views. 6:35. Le api, entriamo nel loro incredibile mondo grazie a Mielizia e Conapi - Duration: 1 ... LINFOMI NON HODGKIN (LNH) I linfomi non Hodgkin (abbreviazione LNH) sono patologie neoplastiche del tessuto linfatico, con primitiva localizzazione più frequentemente linfonodale, raramente extra nodale, che tendono a riprodurre caratteristiche gentotipiche, fenotipiche morfologiche e talora anche funzionali di una o più tappe di proliferazione, maturazione e trasformazione degli elementi ... Con linfomi non Hodgkin di tutti i bambini, la prevenzione della neuroleucemia è obbligatoria. La radioterapia locale (al sito della lesione) non viene utilizzata, tranne in rari casi (al fine di ridurre la massa del tumore nella sindrome della compressione)....

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Mario V. Fiorentino
DIMENSIONE
11,93 MB
NOME DEL FILE
I linfomi non-Hodgkin.pdf

DESCRIZIONE

Ti piacerebbe leggere il libro?I linfomi non-Hodgkin in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Mario V. Fiorentino. Leggere I linfomi non-Hodgkin Online è così facile ora!

LIBRI CORRELATI