Lo Stato dei diritti. Politica economica e rivoluzione passiva in Occidente

Lo Stato dei diritti. Politica economica e rivoluzione passiva in Occidente - Luigi Cavallaro | Rochesterscifianimecon.com

...lta nella Storia operai e contadini salivano in cattedra a dare lezioni di economia politica a un Occidente borghese che di lì a poco sarebbe stato travolto dalla crisi del '29 ... rivoluzione in "Dizionario di Storia" - Treccani ... . La Cina è un colosso dell'economia mondiale e uno dei paesi orientali più potenti con cui l'occidente si confronta. Ecco materiali e spunti di riflessione sulla cultura, l'economia, la ... STORIA DELLE DONNE - SAGGI 1) LA DONNA MODERNA "STILE AMERICANO": GLI ANNI '20. DI NAUNCY F. COTT. La sfida competitiva degli stati Uniti per il leadership mondiale agli inizi del XX secolo fu dovuta non solo all'intervento americano nella grande guerra, ... Lo Stato Dei Diritti. Politica Economica E Rivoluzione ... ... . DI NAUNCY F. COTT. La sfida competitiva degli stati Uniti per il leadership mondiale agli inizi del XX secolo fu dovuta non solo all'intervento americano nella grande guerra, ma anche all'inesorabile marcia della tecnologia, dei prodotti e dei media visivi americani al di là dell'Oceano, durante i ... -Cittadine attive o passive Il peso del femminismo inglese prima del 1914, le manifestazioni della woman social and political union, hanno contribuito all'adozione del people bill che accorda nel 1918 il diritto di voto alle donne: riforma incompiuta poiché le donne non erano autorizzate a votare che a partire dai 30 anni....

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Luigi Cavallaro
DIMENSIONE
8,34 MB
NOME DEL FILE
Lo Stato dei diritti. Politica economica e rivoluzione passiva in Occidente.pdf

DESCRIZIONE

Il libro riconsidera teoricamente l'esperienza storica dell'intervento pubblico nell'economia. La rivoluzione keynesiana e le critiche ad essa rivolte, specie dalle scuole monetarista e austriaca, vengono qui rilette attraverso le categorie analitiche di Marx e di Gramsci. Scopo dell'autore è dimostrare che il Welfare State, anziché un mero fenomeno redistributivo interno al modo di produzione capitalistico, ha tutte le caratteristiche necessarie per poter essere pensato come autonomo modo di produzione, prima fra tutte la nuova veste sociale dei valori d'uso la cui produzione esso rende possibile: diritti e non merci. In quest'ottica vengono riesaminati i principali problemi posti, nelle formazioni sociali dell'Occidente, dalla coesistenza storica del Welfare State con il modo di produzione capitalistico: dall'inflazione al debito pubblico, fino alla cosiddetta "fine del lavoro" e all'emergere del "terzo settore".

Ti piacerebbe leggere il libro?Lo Stato dei diritti. Politica economica e rivoluzione passiva in Occidente in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Luigi Cavallaro. Leggere Lo Stato dei diritti. Politica economica e rivoluzione passiva in Occidente Online è così facile ora!

LIBRI CORRELATI